É sorprendente quanto poco sia conosciuta Luisa Morassi al di fuori della sua città natale, Gorizia. Eppure è stata una professionista di primo piano: primo architetto donna laureata in architettura al Politecnico di Milano nel 1928, subito dopo assistente di Gio Ponti, poi attiva sostenitrice dell’artigianato di qualità nella sua città. C’è da chiedersi come mai.

Nata a Gorizia nel 1903, Elvira Luisa Morassi è stata architetto, designer, insegnante. Si trasferisce a Milano nel 1923 per studiare architettura dopo le scuole superiori. Ha come docente Piero Portaluppi, poi entra come tirocinante nello studio di Gio Ponti. Dopo una permanenza a Parigi, rientra nella sua città natale dove fa parte della Commissione Edilizia accanto a Max Fabiani e ottiene dalle Piccole Industrie l’incarico di gestire la Bottega d’Arte. Qui seleziona oggetti dell’artigianato locale per le mostre di arte applicata che vi venivano allestite, progettando lei stessa mobili e suppellettili in ceramica e legno. Nel 1933 partecipa alla V Triennale delle Arti decorative e Industriali e Architettura Moderna ottenendo anche la medaglia d’argento. Muore a Gorizia nel 2002.

Scrivania con ribalta intarsiata a disegni geometrici, 1959.

 

Camera da letto matrimoniale realizzata dalla Comunità Artigiani del Legno di Salcano, Gorizia 1940.

 

Paravento in noce curvato con intarsi geomertrici e supporti in rame, realizzato dalla Scuola d'Arte di Gorizia, anni '60.

 

 

“Oltre a disegnare per lui nel campo dell’edilizia, era soprattutto quando arrivava qualche committente con un’esigenza particolare per l’arredo che Ponti si rivolgeva a me, affidandomi il compito di interpretarne i desideri.”
Luisa Morassi Bernardis

 

Mobile per soggiorno, china e matita colorata su lucido, anni '30.

 

Mobile Bar presentato alla III^ Esposizione Provinciale di Gorizia (1933) e prescelto per la Fiera dell'Artigianato di Firenze del 1934.

 

Portariviste, anni '50.

 

Serie di vasi in legno realizzati nel Laboratorio della Scuola d'Arte di Gorizia, anni '60.

Elvira Luigia Morassi, prima donna-architetto al Politecnico
Intervista a Luisa Morassi, di Laura Colussi
Elvira Luigia Morassi, prima donna-architetto al Politecnico, di Diego Kuzman
Catalogo della mostra "Luisa Morassi Bernardis architetto–l'arte di progettare il quotidiano", a cura di Fabia Cabrini e Annalia Delneri, 2001

Dizionario biografico dei friulani
Sistema Informativo Unificato per le Sopraintendenze Archivistiche, Luisa Morassi
 

Il ritratto di Luisa Morassi in copertina è di Veno Pillon, anni ‘30.

La fotografia è di Carlo Slauzero.

Museo del Design del Friuli Venezia Giulia – Associazione no profit – P. IVA e CF 02863400301 – info@mudefri.it
Privacy policy | Cookie policy | Finanziamenti