Dietro la creatività di Monica Graffeo c’è la ricerca dei materiali e lo sforzo di interpretazione dell’identità dell’azienda. Essenzialità e ricercatezza potrebbero essere due termini che definiscono la sua cifra stilistica. A questo si può aggiungere che nei suoi pezzi si respira una femminilità che la rende un’interessante esponente del design friulano.

Monica Graffeo è nata nel 1973 a Pordenone, dove vive e lavora. Dopo gli studi classici nel 1996 si è specializzata alla Scuola Italiana Design di Padova. La sua carriera comincia con il designer Fausto Boscariol e prosegue con Gabriele Centazzo di Valcucine. Nel 1998 inizia a collaborare direttamente con diverse aziende. Nel 2003 ha vinto il primo premio Young&Design 2003

Esperanto, collezione da bagno per Rexa, 2014. (ph. Beppe Brancato; styling Stefano Gaggero)

‘’Ho una visione messianica del design. Mi piace crede che pensiero e progetto, spinta etica e pragmatismo del fare possano insieme essere motori per un’evoluzione sociale positiva''
Monica Graffeo

 

Bounce, lavabo, prod. Ever Life Design, 2015  (ph. Paolo Brani; styling Monica Porta e Elena Caponi)

Steps_c, sedia in feltro e alluminio per Lago, 2008

Boum, sedia imbottita in alluminio, bouclé e polipropilene per Kristalia, 2003 (ph. Contratti)

 

Inattesa, sistema di divani per Martex Office, 2010

 

Rays, sedia in poliuretano morbido per Ciacci-Kreaty, 2009

 

Museo del Design del Friuli Venezia Giulia – Associazione no profit – P. IVA e CF 02863400301 – info@mudefri.it
Privacy policy | Cookie policy | Finanziamenti