I VINCITORI del PREMIO di UDINE DESIGN WEEK 2020

26 Giugno 2020

La giuria, composta da Virginio Briatore, Patrizia Moroso, Antonella Bertagnin, Filippo Saponaro, ha conferito il primo premio  a:

 

SOFT WALL, realizzato presso Spazio Querini con l’azienda La.Sol.Est.

con la seguente motivazione:

A dieci metri di distanza la composizione già dice tutto. Da vicino si rivela. Semplice e assoluto.  Federico Comuzzo è riuscito a valorizzare a pieno il materiale povero e a trasformarlo in qualcosa di nuovo ed esaltante. Un materiale che nasce per stare “dentro” e qui è usato per farsi vedere. La polvere di legno da inconsistente prende forma geometrica e strutturale. Il cerchio, e non altre forme, come oblò permettono di avere scorci dell’interno e soprattutto valorizzano i prodotti esposti. È un’installazione ma conserva carattere architetturale. L’idea è forte e immediata, comprensibile da tutti, non autoreferenziale ma al servizio del posto in cui è collocata.

 

Ricordiamo qui la descrizione del progetto, il progettista, il negozio e l’azienda partner:

Soft Wall richiama l’idea dell’opposizione pesante-leggero, “la più misteriosa e la più ambigua tra tutte le opposizioni” (Milan Kundera). Una quinta scenica in chips di legno avvolge i capi e gli accessori proposti, che fluttuano nella materia lignea. Lo sfondo diventa primo piano, aiutando lo sguardo a focalizzarsi sui dettagli e sui colori.

Federico Comuzzo si è laureato in architettura all’Università degli Studi di Udine, facendo successivamente l’esame di stato per l’abilitazione allo svolgimento della professione allo IUAV di Venezia. Ha lavorato presso diversi studi di architettura e attualmente svolge la libera professione. Spazia dal residenziale al commerciale, dal progetto di interni alle installazioni temporanee.

Spazio Querini nasce trent’anni fa anni fa sotto il nome di Profili, proponendo un abbigliamento classico per uomo e donna. Dieci anni fa viene ampiamente ristrutturato, e prende il nome di Spazio Querini. La scelta dei brand è caratterizzata dall’elevata ricerca fashion e, oltre all’abbigliamento, si possono trovare anche accessori per la persona e per la casa.

LA.SO.LE EST opera nel settore delle farine tecniche di legno al servizio dell’industria e in quello della farina di legno destinata alla zootecnia. Tramite l’utilizzo di moderne tecnologie, l’azienda si impegna a evitare gli sprechi e a valorizzare di questo materiale in tutte le sue qualità.

 

La giuria degli esperti ha anche conferito una menzione d'onore a:

GALLERIA DENTRO LA GALLERIA, realizzato presso Caffè Moderno con l’azienda So.Vi.Pre.

con la seguente motivazione:

Il luogo e il materiale non erano facili da interpretare. Ne esce un intreccio architettonico ‘brutalista’ e al tempo stesso leggero. Il progetto indaga un elemento grezzo e povero come un tondino che diventa volume e crea una struttura nuova vicina ad una installazione industriale dove l’intreccio aperto non solo contrappone schemi frattali ispirati alla vegetazione, ma espone una rigida geometria di forme semplici che riconducono agli elementi base dell’ingegneria e architettura.

 

Ricordiamo qui la descrizione del progetto, il progettista, il negozio e l’azienda partner:

Una galleria dentro la galleria fa riferimento è ai passages ottocenteschi. L’unico materiale utilizzato è il tondino, piegato e saldato in modo da formare un intreccio aperto, contrappone schemi frattali che si ispirano alla vegetazione e rigida geometria di forme semplici.

               

Christian Toson si è laureato in architettura allo IUAV di Venezia dove attualmente sta svolgendo un dottorato in Storia dell’Architettura e delle Città. Dopo varie esperienze all’estero, in Svizzera e a San Pietroburgo, ora collabora attivamente allo studio AArchitects di Udine.

Caffè Moderno, si trova accanto a uno dei cinema storici di Udine, l’Ariston, oggi chiuso, costruito all’interno di un complesso degli anni ’70. È un luogo di ritrovo sobrio e accogliente, dove famiglie e passanti possono trovare un caffè, uno spuntino o un gelato artigianale.

SO.VI.PRE. produce solai prefabbricati, solai attuali e pareti a doppia lastra. Si occupa anche della lavorazione del ferro per cemento armato. Macchinari all’avanguardia consentono un ampio ventaglio di servizi su richiesta nel campo delle componenti per l’edilizia: ferro lavorato, casseri per fondazioni, bocche di lupo prefabbricate, reti elettrosaldate.

 

La giuria popolare, tramite voto nel profilo FB del MuDeFri, con 1390 likes ha conferito il premio a:

TRAME D’ACQUA, realizzato presso Tendaggisti Barison con l’azienda Marmi Vrech

 

Ricordiamo qui la descrizione del progetto, i progettisti, il negozio e l’azienda partner:

Trame d’acqua consiste in un separé inclinato – richiamo al Mose di Venezia – composto da lastre in marmo e pannelli rivestiti in tessuto. I due materiali plasmano il tema di Udine Design Week 2020: il primo deriva dalla natura; il secondo è materia finita, artificiale. Le peculiarità che li caratterizzano, contrastanti nella composizione fisica, ma comuni per le infinità di striature-tessiture, sono state la chiave con cui si è cercato di far assumere all’uno le sembianze dell’altro, in uno scambio reciproco di essenze, dove l'acqua si presenta artificiosa con le texture utilizzate.

               

Teresa Sambrotta frequenta l’ultimo anno della Laurea Magistrale in Architettura presso l’Università di Udine. Ha partecipato a workshop, seminari e progetti Erasmus. Nicola Tessaro ha frequentato l’Università di Mòron a Buenos Aires conseguendo la laurea triennale in Scienze dell’Architettura a Udine.

 Tendaggisti Barison, fondato da Antonio Barison nel 1972, è oggi portato avanti dalla figlia Tiziana, che nel tempo è stata capace di innovare, ricercando continuamente nuove tipologie di tessuto. La bottega, mettendo sempre al primo posto la qualità, offre un servizio al cliente di 360° prima e dopo la vendita.

Marmi Vrech, ha mantenuto e sviluppato, attraverso due generazioni, la vocazione per l'alta qualità e un approccio basato sulla ricerca continua dell'eccellenza. Esperienza, organizzazione, creatività e puntualità sono i punti di forza con cui viene affrontato ogni progetto, in qualsiasi parte del mondo, che si tratti di una nave da crociera o di un grande hotel di lusso.

 

La giuria popolare, tramite voto nel profilo FB del MuDeFri,  ha conferito la menzione d'onore a:

BRASS, realizzato presso Caffè Biquadro Grosmi con l’azienda SteelJobs

 

Ricordiamo qui la descrizione del progetto, i progettisti, il negozio e l’azienda partner:

Brass concilia natura ed artificio, due emisferi concettualmente lontani, ma metaforicamente vicini. La forma è l’elemento di connessione. Brass evoca il ramo e i chicchi della pianta di caffè. Il chicco diventa un vero e proprio oggetto di design, con la funzione di contenitore.

Ilenia Boer ha conseguito la laurea magistrale in architettura all’Università Vanvitelli di Napoli. Ha svolto un tirocinio presso le Gallerie del Progetto di Udine e collaborato con SI Architects a Madrid durante il programma Erasmus. Stefano Bertacco, neoarchitetto, ha conseguito la laurea magistrale allo IUAV di Venezia. A Saragozza, con il programma Erasmus, ha potuto sperimentare la progettazione in ogni sua fase, dal concept inziale allo sviluppo del dettaglio costruttivo.

Caffè Biquadro Grosmi offre la possibilità di gustare e acquistare, macinate sul momento, le diverse miscele di caffè ma anche prodotti dolciari di alta qualità. In questa bottega del gusto, il cavallo di battaglia ovviamente è il caffè, importato da tutto il mondo e selezionato per avere un prodotto di primissima qualità che sposi insieme aroma e sapore.

Steeljobs è specializzata nella lavorazione dei metalli da tubo, lamiera e piatto come acciaio, alluminio, inox e ottone. Offre un servizio che va dalla realizzazione di pezzi singoli alle campionature fino alla serie medio grande. Le tecnologie utilizzate permettono un gran numero di lavorazioni: taglio laser, piegatura, saldatura, calandratura, assemblaggio, curvatura tubi, tornitura, troncatura manuale e automatica e cesoiatura per ferro fino a 3mm.

‹ Blog

Museo del Design del Friuli Venezia Giulia – Associazione no profit – P. IVA e CF 02863400301 – info@mudefri.it
Privacy policy | Cookie policy | Finanziamenti